Inizia con una sconfitta il 2023 della Lavinia Group Volley Trani, che tra le mura amiche del Pala Assi cede 0-3 all’Isernia (20-25, 20-25, 23-25). Come suggeriscono i parziali alti e l’ora e mezza di gioco, la partita è stata molto combattuta e nel corso del match ha dimostrato di tenere testa alla grande alla quinta forza del campionato. A Trani è mancata un po’ di freddezza nei momenti topici del match, in cui Montenegro e compagne hanno fatto fatica a mettere giù palloni pesanti.

In una buona cornice di pubblico, il match parte con un canovaccio ben definito: Isernia con il muso avanti, Trani che tiene botta. Le molisane tentano il primo allungo con un break di 0-4 (9-13), ma la squadra di coach Mazzola non si scompone e resta a contatto delle avversarie, ispirate da un’ottima Giannone (15 punti). Pur mantenendo una distanza minima, la Lavinia non riesce a sovvertire l’andamento del set, cedendo 20-25, grazie ad un finale di set perfetto di Isernia.

Il secondo set è praticamente la fotocopia del primo, con la Lavinia Group Volley Trani ancora più nel match, ma i troppi falli in palleggio e attacco, rendono la vita delle viaggianti un po’ più semplice. Anche nel corso del secondo parziale Trani insegue a contatto mantenendo sostanziale equilibrio fino a metà set (13-13), salvo poi subire la “sgasata” decisiva delle fucsia, che si portano sullo 0-2 (20-25).

Terzo e decisivo set, la Lavinia Group Volley Trani parte con il piede sull’acceleratore e il primo break di 8-4 lascia ben sperare per il prosieguo del match. Pian piano però Ponton e compagne prima trovano il pareggio (11-11), poi operano il sorpasso dopo dieci possessi alternati (15-16). Trani prova a restare attaccata con le unghie al set e al match, ma le ospiti scappano via fino al 19-24. Come spesso accade, le biancoblu hanno una notevole reazione d’orgoglio, ma tardiva, che le porta a raggiungere il 23-24, salvo poi cedere all’ultimo possesso fino al 23-25 finale.

Ancora una volta il campo ha dimostrato che questa squadra può fare punti quasi contro chiunque se in giornata, ma il verdetto degli 81m² è stato ancora una volta sfavorevole, per dettagli, per mancanza di continuità nel corso dei set. Sabato a Cerignola contro la Brio Lingerie quarta in classifica si chiude il girone d’andata, in un altro match parecchio complicato.