«Mai come in questo momento è necessario rafforzare la vigilanza sul territorio per verificare il rispetto delle misure di contenimento per il contrasto al Coronavirus. In questa ottica, da lunedì, verrà incrementata la sorveglianza a Trani e Barletta con nuovi droni che sorvoleranno i territori cittadini. Ritengo si tratti di un atto necessario sia per rafforzare le attività dei Coc che per dare anche un segno tangibile di come i nostri sindaci si stanno preoccupando di vigilare sulle rispettive città, in linea con quanto indicato dal presidente Michele Emiliano e con l’indirizzo del Governo di stare il più possibile a casa e combattere, così, questa epidemia». Lo dichiara il presidente del comitato permanente della Protezione civile Puglia, Ruggiero Mennea, in seguito all’attivazione a Trani (dove un drone è già in dotazione alla polizia locale e viene utilizzato) e Barletta di un sistema di sorveglianza aerea mediante l’utilizzo di Sapr (droni), condotti da piloti professionisti, al fine di verificare l’ottemperanza del Dpcm dell’11 marzo 2020 ed in supporto alle funzioni attivate dai Coc (comitati operativi comunali della Protezione civile).

«Queste operazioni – prosegue Mennea – saranno coadiuvate dai comandi della Polizia locale dei rispettivi Comuni che, con il supporto delle pattuglie già in campo per il controllo del territorio, accompagneranno i piloti in determinate aree della città al fine di verificare eventuali assembramenti non autorizzati da parte della popolazione che non rispetta le norme contemplate nel dpcm. Successivamente, individuate le aree, gli agenti interverranno e applicheranno le sanzioni previste. L’auspicio è non solo che il sistema venga incrementato, coinvolgendo anche altre città della Bat, ma soprattutto – conclude Mennea – che questa attività sia di effettivo contrasto alla diffusione del virus».