Home Attualità Cosmano e Federico II, l’appello per i due re… di Trani

Cosmano e Federico II, l’appello per i due re… di Trani

Due concittadini e nostri lettori chiedono l'intitolazione di una piazza o una via

In questo inizio d’estate per pura coincidenza ci arrivano due richieste, due appelli che crediamo meritevoli di nota e divulgazione. Delle richieste che facciamo nostre e giriamo alla Commissione toponomastica del Comune di Trani.

Da una parte la volontà d’intitolare una via o una piazza a Federico II, l’illuminato re, animatore culturale ante litteram, capace di riforme lungimiranti, amante del nostro terriorio, “homo novus” per antonomasia, per apertura di vedute e capacità di cogliere, nel Bello, la forza estetica e funzionale, tradotta nei monumenti che ha lasciato in eredità al Sud Italia ed alla nostra Trani. Questa prima richiesta viene da Daniela Matera, nostra concittadina e docente di matematica e scienze della scuola Baldassarre, ma anche guida turistica e amante dell’ambiente e delle bellezze paesaggistiche ed artistiche del nostro territorio.

L’altro “re” di Trani per cui è partito un appello perché gli s’intitolasse una via o una piazza è il calciatore Giacomo Cosmano, detto Mimì, possente e prolifico attaccante del Trani dei tempi d’oro, negli anni 60, scomparso nel 2004. Stavolta la richiesta per ricordarlo tramite un atto concreto viene dal nostro concittadino Sandro Lamia Caputo, figlio del grande portiere del Trani, che in questi tempi difficili e privi di Esempi, insieme alla sua famiglia, s’impegna per salvaguardare la memoria della cultura sportiva della nostra città, come fucina di riferimenti e modelli di grandi valori ed ideali da riprendere al giorno d’oggi, specie dalle giovani generazioni.

Già anni fa Franco Caffarella, autorevole giornalista impegnato sul nostro territorio e altro custode della memoria e cultura storico sociali di Trani, invitò l’amministrazione comunale ad intotolare lo stadio a Cosmano ma non se ne fece nulla. Poi la struttura, oggi purtroppo “colpita” da una serie di vicissitudini che si spera ora terminate con l’assegnazione della nuova gestione alla società “Soccer Trani”, sarebbe intitolata a Nicola Lapi, ex consigliere comunale e figura di spicco dello sport tranese, prematuramente scomparso.
In attesa di riscontri dall’amministrazione comunale per i due appelli dei nostri concittadini, ci rifacciamo ancora una volta alla sensibilità dei componenti della Commissione toponomastica perché si attivino per l’avvio del’iter previsto per le rispettive  intitolazioni.

Exit mobile version