«Prima di abbattere un albero sono necessari alcuni passaggi obbligatori: una relazione analitica su ciascun albero e la condivisione con cittadini e associazioni. Senza questi elementi minimi, ogni abbattimento è un atto arbitrario. L’amministrazione comunale non può ignorarlo. Sono alcuni dei passaggi salienti di un convegno sul verde organizzato dal dott. Giovanni Guerra, molto interessante e costruttivo». Lo scrive in una nota Maria Grazia Cinquepalmi, ex consigliera comunale di Trani.

«Sono stati dati, dai tanti relatori, consigli utili all’amministrazione per una corretta cura del verde. Il concetto ricorrente e ripetuto da tutti è stato quello sulla necessità che l’amministrazione condivida e interloquisca con i cittadini e le associazioni in merito agli interventi sul verde più impattanti come gli abbattimenti e, che, gli alberi sono esseri viventi.

Passaggio fondamentale nella cura del verde cittadino completamente ignorato dai nostri amministratori e da chi gestisce il verde a Trani con superficialità.

Il presidente dell’ordine degli agronomi, dott. Milillo, ha parlato del benessere che il verde produce, il verde urbano tenuto bene, fa risparmiare del 30% la spesa sanitaria.

Il dott. Guerra ha elencato i passaggi necessari e preliminari all’abbattimento degli alberi e che il censimento del verde va necessariamente accompagnato dalla relazione analitica su ciascun albero, completa di relazione di valutazione della stabilità e del relativo rischio fitostatico coerentemente alle procedure standard.

Passaggi, ad oggi, ignorati da chi ha dato ordine di tagliare i nostri alberi.

Numerosi sono stati i cittadini e le associazioni presenti, interessate all’argomento e intervenute al dibattito finale ponendo quesiti ai relatori per una corretta gestione del verde».