Con un netto 3-0 la Lavinia Group Volley Trani riguadagna la vetta della classifica del girone H di playout, proprio a discapito della Maxima Volley avversaria di giornata, e conquista la salvezza matematica. Possono dunque tirare un sospiro di sollievo staff tecnico e giocatrici che sono state protagoniste di un ottimo campionato al netto delle difficoltà affrontate.

Con l’obiettivo a portata di mano la Lavinia Group Volley Trani ha iniziato il match col piede giusto: le giocatrici biancoazzurre sono passate subito in vantaggio, grazie a una serie vincente di servizi di Sara Grassi. Nessuno spazio per la risposta delle giocatrici della Maxima Volley, costrette sulla difensiva dagli attacchi potenti del capitano Giusy Miranda, in ottimo stato di forma, e Francesca Mitoli. Una volta trovato un buon vantaggio, la formazione di casa si è limitata a gestire il ritmo partita e gli attacchi avversari, grazie ai salvataggi puntuali di Gabriella Randolfi e Stefania De Robertis. Una timida reazione delle avversarie è arrivata sul 19-17, favorita da alcuni errori delle padrone di casa. Nulla che coach Mazzola, con un time out, non sia stato in grado di gestire. Dopo le correzioni apportate dal tecnico, infatti, le biancoazzurre sono riuscite a vincere il primo parziale col punteggio di 25-19.

Il secondo set si è aperto invece con la reazione d’orgoglio sfoderata dalle avversarie nel tentativo di pareggiare i conti. Le giocatrici baresi infatti, sono riuscite a sorprendere le tranesi, trovando punti importanti, ma mai riuscendo ad avere la meglio della squadra di casa. Nonostante ciò la Maxima Volley non si è arresa e ha costretto la Lavinia Group Volley Trani ad un approccio più cauto. Dopo una intensa battaglia punto a punto, alimentata anche da errori di battuta e finalizzazione da una parte e dall’altra, le giocatrici della Lavinia Group hanno iniziato a martellare i muri avversari, trovando diversi punti in block out. Ancora una volta sugli scudi Giusy Miranda che per tutto il resto del set è stato il vero spauracchio delle avversarie (25-21).

Al terzo e ultimo set, la tensione è salita alle stelle. Se le giocatrici tranesi fremevano per chiudere l’incontro, dall’altra la Maxima Volley ha spinto per cercare di trovare il punto debole della formazione di casa e cercare di prolungare la gara almeno di un altro set. A negare le intenzioni avversarie ci ha pensato Sara Grassi che ha infiammato il pubblico con cinque servizi trasformati in altrettanti punti. Sul 5-1 la Maxima Volley ha ritrovato un po’ di gioco, riuscendo a colmare lo svantaggio fino al 6 pari. Sfruttando il momento propizio le giocatrici ospiti sono persino riuscite a portarsi sull’8-9. Dopo un buon cambio palla però, la Lavinia Group Volley Trani si è portata sul 12-9, ma altrettanto velocemente è stata raggiunta al 14-14. Con Francesca Mitoli che ha poi messo a segno 7 battute, a coronamento di un’ottima prestazione, coach Mazzola ha quindi deciso di buttare nella mischia anche Sabrina Sfregola, Nadia Volpe e Terri Mastropasqua. Nonostante le avversarie siano riuscite a recuperare parte dello svantaggio, le giocatrici tranesi hanno poi archiviato definitivamente la pratica sul 25-23