Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma del Movimento Civico Articolo97 – Trani – Gruppo Verde, (Raffaele Covelli, Nunzio Tarantini):

“Sono passati ormai due mesi e mezzo da quando sono stati abbattuti i ligustri in piazza Plebiscito. Ancora prima erano state abbattute tutte le palme morte in piazza Quercia e lungo la banchina del porto, oltre tanti pini (anche secolari) in varie parti della città. Nonostante i soliti proclami, al momento non è stato ripiantato nessun nuovo albero in nessuna zona della città di Trani, lasciando solo tristi e trasandati buchi molto pericolosi per i pedoni. Sono numerosi gli alberi che si potrebbero ripiantare e si parla tanto dell’importanza del verde e dell’ambiente nelle città. Ne parlano il Consiglio europeo, i sindaci, gli ambientalisti ma nella nostra città gli alberi vengono solo abbattuti.

La stagione calda si avvicina, le temperature più alte non permetteranno l’impianto di nuovi alberi e quindi, già a partire dal prossimo mese, le eventuali (e più volte proclamate) nuove piantumazioni faranno molta più fatica, con la conseguenza di vedere spoglie le piazze e le strade colpite per oltre un anno dall’abbattimento selvaggio (di solito si pianta a novembre con piogge più frequenti).

Un altro anno è passato e l’ambiente e il verde sono sempre più a rischio a Trani”.