«Ieri mattina in commissione welfare e sanità, su mia richiesta, abbiamo affrontato la tematica relativa all’azzeramento da parte del governo nazionale del contributo fitto casa per il prossimo anno. Voglio ringraziare l’assessore Maraschio e la dirigente Brizzi per il prezioso lavoro che hanno svolto per l’erogazione del contributo fitto casa sull’intero territorio regionale: hanno dimostrato la totale sensibilità su questo tema così importante». Lo scrive in una nota la consigliera regionale tranese del Partito Democratico, Debora Ciliento.cili

«In audizione ci hanno mostrato i dati sul contributo fitto casa erogato nell’anno 2023. Solo quest’anno questa misura in Puglia ha coinvolto 21.913 famiglie e ha visto pervenire domande da parte di 172 comuni.

Ho ritenuto fosse doveroso confrontarci su ciò che sta accadendo nel nostro territorio soprattutto per capire quali possano essere le prospettive in vista dell’abolizione di due misure importantissime, reddito di cittadinanza e contributo fitto casa.

Quella a cui stiamo assistendo è una politica nazionale che evidentemente non sta ponendo al centro i bisogni delle persone più fragili. Credo che come rappresentanti dei nostri territori non possiamo né dobbiamo lasciare indietro i più fragili. Ecco perchè è importante capire a questo punto quali possano essere le strategie che la Regione Puglia possa intraprendere per il bene delle famiglie e per la tutela del diritto alla casa.

Come ha sottolineato oggi in audizione l’assessore alle politiche abitative Anna Grazia Maraschio, si tratta di un tema drammatico che riguarderà molte famiglie nei prossimi mesi, un allarme non infondato che avrà ricadute molto gravi sui comuni.

Su questo tema i consiglieri del Partito Democratico presenteranno una mozione in consiglio regionale in cui esprimeremo la nostra contrarietà alla sospensione del fondo di sostegno all’affitto e per morosità incolpevole».