Dopo il furto delle decorazioni bronzee a corredo della statua di San Francesco di qualche tempo fa, ora anche lo spegnimento della fontana. Il complesso artistico, con la statua del patrono d’Italia commissionata dal farmacista, il dottor Nicola Ruggieri, e realizzata da Antonio Lomuscio, fu inaugurato nel 2006 per valorizzare piazza XX settembre.

La figura di San Francesco richiamava il significato del pellegrinaggio ed in senso lato del viaggio e della pace, di qui l’idea dell’amministrazione guidata da Giuseppe Tarantini, di associarla al contesto artistico, ambientale ed urbanistico della stazione.

Ora purtroppo il degrado avanza: come ho ricordato prima sono state rubate le decorazioni presenti a contorno della vasca e della fontana; ora la fontana si presenta spenta da svariate settimane e molti lettori ci hanno chiesto di farlo presente alla Amministrazione tranese perché possa riattivarla insieme ad alcuni lampioni della luce che sono spenti e contribuiscono a dare un’immagine di abbandono e degrado, l’ennesimo in Città.

Riattivate la fontana di Piazza XX settembre, onde non mortificare ulteriormente il luogo e l’opera di Lomuscio, già poco onorata in questi anni.