«Le immagini che alcuni concittadini hanno pubblicato sui social che raccontano lo stato di abbandono in cui versano i parchi del quartiere Sant’Angelo non hanno bisogno di commenti. La atavica incapacità di gestione dei servizi cittadini di questa amministrazione è apparsa evidente sin dal 2015, e devo dire che negli anni è addirittura peggiorata, nella manutenzione del verde in modo particolare. Il verde cittadino è in condizioni pessime, molti alberi sono rinsecchiti, molti alberi sono stati eliminati e non sostituiti, non c’è stata alcuna programmazione di nuove piantumazioni, le aree verdi sono in stato di abbandono: villa Bini è un disastro, Giardino Telesio non pervenuto». Lo scrive in una nota il consigliere comunale della Lega, Gianni Di Leo.

«IO e i suoi sostenitori ritengono che il consenso si ottenga solo realizzando opere programmate da amministrazioni precedenti e propagandando le foto della inaugurazioni, dopodiché spariscono e non spiegano ad esempio come e perché vengono spese centinaia di migliaia di euro di manutenzione del verde con i risultati che tutti vedono. Ma non fa nulla, l’importante è apparire, apparire, apparire.

Per questa amministrazione dell’apparenza, per la quale la sostanza conta ben poco, è facile sacrificare tranquillamente qualità e prestazioni, condannando i cittadini ad uno stato di frustrazione permanente.

Purtroppo non vedo nemmeno consiglieri comunali della maggioranza che stimolino ad un miglioramento, non vedo reazioni conseguenti alla protesta dei cittadini per tutte le cose che in città non vanno. Li vedo tutti anestetizzati in uno stato di torpore mentale e assenza di spirito auto-critico, fino alla prossima foto di qualche inaugurazione».