L’arrivo a larghi passi della bella stagione, calda e ricca di profumi ci fa tornare in mente l’estate dei tranesi e dei vari luoghi di ritrovo e svago che consentivano di passare in modo spensierato le giornate più calde dell’anno.

Grazie alle foto di Ruggiero Piazzolla pubblicate nel suo libro “Passeggiando per Trani, anni 60-80” e gentilmente concesse a Trani News 24 City, questa settimana ricordiamo don Ciccio Fabiano titolare dell’indimenticabile “Lido Venezia”, ai piedi della villa comunale.

Scendendo le scale, ancora oggi presenti col nuovo lussuoso locale che lo ha sostituito, aumentava sempre più l’odore di focaccine e panzerotti che era possibile acquistare durante la permanenza in un lido semplice ma caratteristico. Il frigo dei gelati Toseroni, marca ormai sparita, che quando veniva aperto mandava quel profumo inconfondibile di cartone misto a creme. L’umile banco bar, ma ricco di liquori, i dipendenti del locale, schietti e grandi lavoratori. E poi i flipper e le vecchie sedie con braccioli e corde in gomma. Tanti i ricordi del Lido Bella Venezia, coi ragazzi che correvano scalzi ovunque portando la sabbia nel locale e poi lui, una specie di gran patriarca che sovrintende va su tutto ciò che avveniva.

L’elegante don Ciccio Fabiano, col suo cappello panama bianco e quello sguardo distinto. E fuori i tuffi dei ragazzi, le foto ricordo dei liceali, la scogliera sempre pulita e quell’immancabile, persistente odore, fino al tramonto, di focaccine calde…