Hanno forme, stili e caratteristiche diverse. Come diverse sono le epoche storiche alle quali appartengono: dalle più antiche, datate meta dell’’800 sino ai giorni nostri. Dei grandi piccoli capolavori della scrittura meccanica quelli esposti, fino a domenica 22 maggio, al Polo Museale di Trani, che sta ospitando una speciale mostra artistica e di design. Si chiama “Macchine ad Arte: l’unicità dell’arte incontra la serialità industriale”, un evento organizzato in occasione del sesto compleanno della Fondazione Seca.

L’esposizione accoglie le creazioni di più di venti artisti di rilevanza internazionale, ognuno coinvolto con una o più installazioni. Oltre 35 opere scultoree, ovvero macchine per scrivere decorate o dipinte ed una serie di opere pittoriche realizzate con tecniche diverse.

Tra i pezzi più prestigiosi dell’intera collezione, la mitica “Olivetti Lettera 22 Tricolore”, esposta in occasione della Festa della Liberazione. Un’autentica icona dell’italianità.