Un metodo di lavorazione che esiste da millenni ma che attualizzato permette di creare nuove sculture. Un ritorno all’antico con il bronzo a cera persa per guardare però alla modernità. Sono le opere di GEL, acronimo dei nomi dei tre artisti, il famoso imprenditore e designer di gioielli Giovanni Raspini, l’esperta modellatrice Erika Corsi e lo scultore professionista Lucio Minigrilli. Quindici sculture in bronzo esposte in una prima assoluta a Trani all’interno dello showroom “Cecilia sono io”.

Ogni opera ha un carattere unico e trae la sua ispirazione da elementi della tradizione artistica ma trattati con attualità e contemporaneità.

Vera forza di GEL è il ruolo di unione dei tre artisti che pur provenendo da tre contesti differenti si sono ritrovati in questo progetto dando un contributo essenziale in ogni singola opera.

Si parte da Trani prima di scalare a ritroso l’Italia per promuovere questo progetto e le opere in bronzo che hanno già riscosso una particolare attenzione agli occhi dei visitatori.

Dopo il Covid essenziale la ripartenza con eventi di questo genere anche per una realtà così giovane come “Cecilia sono io”, in C.so Vittorio Emanuele 241.