La Provincia di Barletta Andria Trani ha approvato il progetto definitivo ed indetto la gara di appalto per la realizzazione del ponte sulla SP1 tra Andria e Trani per completare un’opera rimasta incompiuta dopo l’ammodernamento. Era il 9 Agosto 2017 quando fu riaperta la carreggiata centrale della Strada Provinciale “Trani-Andria” denominata 1, in segno di priorità assoluta del neo ente territoriale. Una riapertura che nasceva però monca di un elemento e cioè un ponte che permettesse l’inversione di marcia a metà strada essenziale per aziende e produttori agricoli, circa 40, presenti sull’arteria stradale e costretti a lunghi percorsi. Già in quella giornata, di oltre quattro anni, all’interno della consueta festa della politica ci fu spazio anche per le proteste degli imprenditori che chiesero un immediato intervento per sanare una situazione che in oltre quattro anni ha creato non pochi disagi.

Le rassicurazioni di quella giornata hanno trovato compimento nell’impegno della Regione Puglia di reperire i fondi necessari, circa 4 milioni di euro, per completare l’opera. Via libera arrivato ad ottobre del 2019 grazie alla Giunta Regionale con un fondo specifico per assicurare adeguati livelli standard di sicurezza agli utenti della strada. Da fine 2019, allora, al lavoro la Provincia BAT per assicurare l’approvazione del Progetto di Fattibilità Tecnico Economica arrivata ad ottobre del 2020. A dicembre dello scorso anno, poi, l’affidamento alla SETAC srl di Bari per la redazione del progetto  definitivo consegnato a marzo di quest’anno ed a cui sono stati applicate alcune prescrizioni indicate per ricevere la compatibilità paesaggistica. Un lungo iter burocratico conclusosi qualche giorno fa con l’approvazione del progetto e l’avvio della gara d’appalto attraverso il portale Acquistinretepa. La speranza è che ora si viaggi molto spediti verso la consegna dei lavori e la successiva realizzazione che risolverebbe, dopo non meno di cinque anni, un problema estremamente importante per le comunità di Andria e Trani.