In soli quattro giorni i casi sono più che raddoppiati, passando dai circa 20 registrati alla fine della scorsa settimana agli oltre 45 attuali. Sono i numeri relativi alle classi pugliesi che si trovano al momento in quarantena a causa della presenza di uno o più persone risultate positive al Coronavirus.

I dati sono quelli forniti dalle singole Asl provinciali, e segnalano quindi un preoccupante incremento dei contagi tra gli studenti, da quando ha avuto inizio il nuovo anno scolastico, con le attività didattiche riprese in presenza.

Dunque, in base alle disposizioni previste dai protocolli per la gestione della pandemia, sono una cinquantina le classi che sono tornate in modalità “didattica a distanza” per non interrompere le lezioni.

Analizzando le cifre territorio per territorio, emerge che è Foggia la provincia che conta più contagi tra i banchi, con 22 classi attualmente in isolamento, circa la metà del totale. Segue l’area metropolitana di Bari con 14 casi. Di questi 2 sono relativi ad istituti del capoluogo: una scuola per l’infanzia che ha sede in centro, ed una scuola media nel quartiere di Poggiofranco. Gli altri si riferiscono a contagi accertati nel resto della provincia, come Altamura, Gravina in Puglia, Mola, Sannicandro, Terlizzi e Corato.

Nelle elenco delle classi rimaste a casa per positività al Covid, è compresa anche la Bat: tre casi si segnalano a Trani: due nell’Istituto Tecnico Commerciale “Aldo Moro” ed uno nella scuola elementare “D’Annunzio”.

Se ne contano poi due nel Brindisino: in una scuola dell’Infanzia a San Pancrazio Salentino ed in una scuola elementare di Latiano. Sei invece le classi alle prese col virus negli istituti della provincia di Lecce, mentre non si segnalano per il momento quarantene scolastiche nel territorio di Taranto.