Questa mattina alle ore 6.30 il nucleo degli ispettori ambientali, durante il servizio di ispezione per reati ambientali, attirati da un acre odore derivante da combustione e da una nube di fumo nero, hanno accertato e represso un ulteriore violazione concernente combustione illecita di rifiuti in legno, cartone, plastica ed imballaggi esausti di malte per l’edilizia.

Durante l’intervento da parte degli ispettori il rogo era ancora “vigoroso”. Nelle immediate vicinanze vi erano posate sul suolo una grossa quantità di ceneri derivanti da precedenti combustioni. Il rogo è stato spento dopo aver sollecitato i dipendenti. Identificato il responsabile e la società esecutrice dei lavori.