Il Coronavirus ha cambiato diversi aspetti della nostra vita che davamo per scontato. Recarsi a scuola e svolgere le attività in classe con i compagni facevano parte, fino a qualche mese fa, di una routine nella vita quotidiana degli studenti.

Con le scuole chiuse a causa dell’emergenza sanitaria, anche in Italia si è proceduto, tra non poche difficoltà, alla Dad (didattica a distanza). Sabato 23 maggio, alle ore 18, l’Auser Trani, in collaborazione con Città dell’infanzia, organizza una conferenza online sulla pagina Facebook dell’associazione di volontariato dal titolo “Didattica a distanza, tra difficoltà e prospettive”.

Qual è stato l’approccio di insegnanti e alunni? Quali sono le prospettive di questo nuovo tipo di didattica? Quali le sfumature pedagogiche e psicologiche intrinseche alla dad? Gli esperti del settore affronteranno la questione sia dal punto di vista degli insegnanti, sia da quello degli alunni, cercando di ipotizzare in che modo si possa sviluppare una scuola che risponda perfettamente alle esigenze di tutti.

Alla conferenza interverranno:

Vincenzo Topputo, responsabile culturale Auser Trani;

Serena Gisotti, direttore responsabile di Città dell’infanzia;

Roberta Di Lernia, psicologa ed editorialista di Città dell’infanzia;

Beatrice Chieppa, insegnante, pedagogista ed editorialista di Città dell’infanzia. Modera Maria Scoccimarro, giornalista.