Tutto secondo pronostico, o quasi, nel campionato di serie C Silver pugliese di pallacanestro. Due le vittorie esterne nell’ottava giornata di ritorno, una nei piani alti e l’altra nelle zone basse. Da segnalare anche gli oltre cento punti realizzati dalla capolista Città di Cerignola e da Nuova Cestistica Barletta. Straripante la prima della classe, che s’aggiudica il derby con Diamond Foggia per 131-56: fra gli score più rilevanti, 31 punti per Gvezdauskas, 20 di Jonikas e Pirrone, 19 per Musci. Sale così a 40 in classifica Cerignola, due lunghezze in più di Virtus Molfetta, oltre ad una differenza canestri favorevole. L’inseguitrice prevale a Lecce per 85-81 contro La Scuola di Basket: gara quasi sempre in controllo, se si eccettua l’arrembante ritorno dei padroni di casa nel finale. Pinto, 26 punti, e Laudisa, 23, gli ultimi ad arrendersi, mentre Galantino ne realizza 17 fra i molfettesi. Resta inalterato il distacco di sei punti su Nuova Matteotti Corato, a sua volta vittoriosa su New Jt Trani per 88-60: duello nel duello fra i due migliori realizzatori dell’incontro, il lituano Karamunas, 33 punti per gli ospiti, contro Gatta, 31. Il successo consente ai ragazzi di coach Verile di riportarsi da soli al terzo posto, dopo il ko di Dinamo Brindisi in casa di Adria Bari, autentica mina vagante del torneo: ospiti avanti per tre periodi, prima del sorpasso dei locali, che distribuiscono gli sbocchi offensivi tra Walker, Maietta, Macernis e Grimaldi. Non bastano ai brindisini i 49 punti complessivi della coppia Whatley-Dimitrov. Vince anche l’altra compagine del capoluogo, Cus Bari, corsara a Trani contro Fortitudo per 84-66: a segno tutti i giocatori a referto. Quinta posizione per New Virtus Mesagne che doma Ap Monopoli sul 73-64, con 19 punti a testa per Pavlovic e Dekic. A quota 18 è bagarre: c’è anche Barletta dopo il successo su Taranto per 101-71 che esalta i soliti cannonieri: Guddemi con 31 da una parte, Bojkovic con 23 dall’altra.