Sono cominciati oggi i lavori di riqualificazione della pinetina di via Andria. Il progetto è stato elaborato tenendo conto sia delle caratteristiche dell’area sia delle numerose criticità riscontrate dall’ufficio tecnico comunale. Nello specifico, il progetto prevede l’accostamento di diversi materiali per la pavimentazione, con l’obiettivo di aumentare la permeabilità del suolo e di distinguere le aree per funzione.

Per l’area di attraversamento, che corrisponde alla zona perimetrale, si prevede l’utilizzo di pavimentazione in lastre di pietra di Trani di prima scelta con montaggio a palladiana. Numerose aiuole per gli alberi provviste di verde calpestabile interromperanno in alcuni tratti la pavimentazione, per garantire ombreggiamento e la permeabilità.

In corrispondenza di via Ferrara, strada scarsamente trafficata, è prevista la sistemazione di un’area per cani, separata da una siepe alta ad integrazione degli oleandri esistenti e di una recinzione metallica di protezione interna alla siepe, il tutto per garantire la sicurezza dei fruitori delle restanti parti della piazza.

Nell’immediata adiacenza si prevede una zona destinata ai giochi per bambini, provvista di pavimentazione antiurto gettata in opera, utile a preservare l’incolumità dei fruitori. Anche in questo caso l’area è stata scelta per la posizione strategica rispetto alla strada a maggior scorrimento, collocata sul lato diametralmente opposto della pinetina.

Nella parte centrale, delimitata da un cordolo, la pavimentazione sarà costituita da riquadrature di dimensioni differenti, articolate in un’alternanza di aiuole per alberi con verde calpestabile e pavimentazione in cemento con finitura in resine colorate. Il tutto per conferire movimento e colore ad un’area altrimenti grigia ed eccessivamente urbanizzata.

Per quanto riguarda le sedute, si prevede di rimuovere le panchine in ferro esistenti e di inserire panche con rivestimento di due tipologie: una con rifinitura in cemento colorato e l’altra con rivestimento in lastre di pietra di Trani. Il posizionamento delle sedute asseconda il perimetro dei vari riquadri colorati e rispetta la naturale ombreggiatura delle alberature.

Alla luce delle considerazioni fatte riguardo lo stato dei luoghi, in particolare a proposito delle criticità riguardanti gli atti vandalici ricorrenti nell’area, si è ritenuto opportuno installare un sistema di video sorveglianza con l’obiettivo di arginare il fenomeno e preservare nel tempo le opere.

Infine il progetto prevede l’inserimento di un chiosco con struttura amovibile di ridotte dimensioni per il quale si prevede il solo allaccio della corrente elettrica. L’obiettivo è quello di garantire un ulteriore controllo della zona e di fornire un servizio alla comunità per favorire anche la stessa aggregazione e l’utilizzo dello spazio.