La Cassazione ha annullato con rinvio l’ordinanza di custodia cautelare a carico dell’ex gip di Trani, Michele Nardi, in carcere dal 14 gennaio scorso (fu arrestato con l’ex pm di Trani Antonio Savasta) nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Lecce sulla giustizia svenduta nel Tribunale di Trani tra il 2014 e il 2018.

Il ricorso era stato inoltrato dalla difesa di Nardi, sostenuta dal legale Domenico Mariani, dopo che il gip di Lecce e poi il Tribunale del riesame avevano rigettato l’istanza di scarcerazione, discussa dopo la notifica della chiusura delle indagini. Il Tribunale del riesame di Lecce, alla luce dell’annullamento disposto, dovrà ora riesaminare la posizione cautelare di Nardi. Per il Tribunale del riesame, infatti, sussistevano le esigenze cautelari per il rischio di inquinamento delle prove e per il pericolo di fuga. Elementi che secondo la difesa di Nardi non sussistono poiché l’ex gip è stato sospeso dal suo incarico.