Luigi Guastamacchia: a 40anni dalla sua scomparsa ecco una targa ricordo nella “sua” villa

Celebrazione stamane voluta da Amministrazione Comunale ed Auser: «Non ti ringrazieremo mai abbastanza»

“Carissimo dottore hai avuto un pensiero affettuoso per tutti noi… non ti ringrazieremo mai abbastanza”. E’ con queste semplici parole, scolpite su di una targa in marmo, che l’Auser e l’Amministrazione comunale di Trani, hanno voluto ricordare Luigi Guastamacchia nel quarantesimo anno dalla sua scomparsa, all’interno della Villa che porta il suo nome e di cui egli stesso era stato proprietario sino alla donazione all’ente. In quella donazione Guastamacchia, chiese che quella struttura fosse però vincolata ad attività per anziani.

Non solo però il ricordo commosso di Luigi Guastamacchia morto nel 1979 e che sviluppò negli anni una grande passione per l’architettura del paesaggio che gli permise di curare personalmente il giardino della villa oltre che l’intera struttura. Auser ed ente hanno voluto anche installare una panchina rossa, oltre piantumare diversi altri alberi, per celebrare la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Una cerimonia sobria in cui protagonista è stato anche il coro che svolge attività proprio all’interno di Villa Guastamacchia ed ideato nell’ambito delle iniziative dell’Auser Trani. Iniziative che continuano a far vivere gratuitamente per i cittadini la struttura e che creano un luogo di formazione e svago essenziale per i più anziani e non solo.

Il servizio completo su News24.City.