Il Corato batte una buona Vigor Trani: è 2-1 il finale

Agodirin e Falconieri a segno, la firma di Picci non basta

E’ la sfida di cartello dell’11 giornata del Campionato di Eccellenza. Corato e Vigor Trani non deludono le aspettative e regalano un match intenso, giocano su buoni ritmi, deciso dai neroverdi già nel primo tempo. Allo stadio “Fausto Coppi” di Ruvo di Puglia scendono in campo due squadre in ottimo stato di salute, entrambe a caccia di conferme, il Corato per la leadership.

La Vigor Trani deve fare a mano di Campanella in difesa, un’assenza pesante per mister Sisto in termini di esperienza. Il Corato cerca i tre punti per restare in testa alla classifica.

Il primo tempo si apre all’insegna dell’equilibrio. Sotto un cielo cupo che preannuncia la pioggia, è la Vigor a creare la prima chance al 16′: Negro riceve palla in area e da posizione defilata impegna Addario alla parata in presa. Al 22′ sale in cattedra Picci: svarione a centrocampo del Corato, l’attaccante tranese conquista palla e prova a sorprendere l’estremo difensore da metà campo, traiettoria che termina a lato non lontana dal palo. Il Corato, sino ad ora mai pericoloso, con un lampo improvviso illumina il match al 33′: cross in area tagliato per la testa di Agodirin che sfiora quel tanto che basta. Padroni di casa in vantaggio 1-0 e festa sugli spalti, con centinaia di coratini presenti per sostenere la squadra. La Vigor Trani non ci sta e al 37′ conquista un calcio di punizione prezioso di seconda fuori area. Negro tocca per Picci che calcia in porta: è pareggio degli uomini di Sisto, il bomber del Trani festeggia alla sua maniera. L’equilibrio ristabilito in campo, tuttavia, dura ben poco. Al 40′, infatti, Falconieri si presenta davanti a Pellegrino in posizione regolare, e piazza la palla del 2-1 in rete. Nuovo vantaggio del Corato e intervallo che si tinge di neroverde.

Nella ripresa inizia a piovere in maniera copiosa. I padroni di casa provano a chiudere i conti al 22′ con una azione pericolosa in area tranese, conclusa con un fallo in attacco e un nulla di fatto. Al 32′ ancora Corato con una doppia chance: prima ci prova Falconieri, Pellegrino respinge, sulla ribattuta Lezzi non riesce a ribadire in rete e calcia a lato. La Vigor Trani non riesce a creare occasioni e la partita si complica ulteriormente al 36′. Scaramuccia per Caruso che riceve il cartellino rosso. Ospiti costretti ad inseguire in 10 uomini. Il Corato, a questo punto, controlla agevolmente in match e porta il risultato a casa, così come i tre punti.

Per la Vigor una buona prova al cospetto della capolista di Eccellenza. I neroverdi confermano la loro leadership e sognano in grande.