La Vigor vuole continuare a fare sul serio: domani arriva l’Ugento al Comunale

Anticipo del sabato per gli uomini guidati dal tecnico Sisto

Parla in maniera chiara la classifica dell’Eccellenza di Puglia, dopo nove giornate del girone d’andata. Alzi il dito chi un paio di mesi fa avrebbe puntato un solo centesimo su un Trani così in alto: in pochi, probabilmente. Ed invece, contro ogni pronostico, la Vigor occupa l’ultimo gradino utile per partecipare ai playoff regionali: è quinta in graduatoria. E senza la penalizzazione di partenza, il -3, sarebbe la vice capolista del raggruppamento, ad una sola lunghezza dalla corazzata Corato. Numeri decisamente inattesi per la squadra allenata da Angelo Sisto, che tornerà in campo domani, a partire dalle 14.30, e nella giornata dellla doppia cifra, la decima, ospiterà al Comunale l’Ugento in una sfida decisamente d’alta quota: la sorprendente matricola salentina, infatti, è terza in classifica insieme all’Audace Barletta, con un punto in più sui biancazzurri. Morale della favola: i tranesi sono pronti ad inserire la freccia del sorpasso e a fare irruzione su uno dei gradini del podio. In nove partite giocate, intanto, sono venti i punti collezionati sul campo dalla Vigor: sei vittorie, di cui una in bilico per il ricorso presentato per errore tecnico dall’Unione Calcio Bisceglie, due pareggi ed una sola sconfitta, rimediata a Barletta contro l’Audace.

La Vigor, inoltre, vanta anche la seconda difesa meno perforata del raggruppamento, con sei reti al passivo: solo il Corato, con quattro, ha fatto meglio. Ed in attacco più vantare un bomber decisamente prolifico: Antonio Picci, dodici gol per lui tra campionato di Eccellenza e Coppa Italia Dilettanti Puglia. Il Trani è atteso ora da un novembre molto importante, che precederà l’apertura del mercato dicembrino. Restano tre gare giocare in questo mese: domani contro l’Ugento, poi la sfida in trasferta con la capolista Corato e successivamente la gara casalinga con il Vieste. Saranno 270 minuti in cui molto si capirà della consistenza del Trani. E soprattutto, se questa squadra potrà lottare per qualcosa di realmente importante in Eccellenza.