Grande successo per l’evento solidale “Buon compleanno Divine del Sud”

Grande successo per l’evento solidale “Buon compleanno Divine del Sud”

Rodolfo: «Inclusione, bellezza e civiltà si sono prese per mano»

Un anno di successi e di sacrifici, di lacrime di rabbia – per chi non ce l’ha fatta – e di gioia – per chi è rimasto e ha potuto festeggiare il primo compleanno di Divine del Sud, l’associazione benefica e di volontariato presieduta dalla collega di Telenorba Francesca Rodolfo, che opera nell’intero Mezzogiorno. In un anno Divine è stata al fianco della gente più bisognosa, portando  sprazzi di allegria in posti segnati dalla sofferenza. Un anno di sorrisi, soddisfazioni, speranze, celebrato nella prestigiosa cornice di Palazzo San Giorgio a Trani, gremita in ogni ordine di posto da gente venuta anche da fuori Regione per l’occasione. In passerella c’erano proprio tutti gli uomini e le donne dal vissuto difficile che durante 365 di incontri, serate e convegni, sono state incoronate “divine”.

“In quest’anno con Sabrina Altamura, mia vice e amica straordinaria, abbiamo fatto di Divine del Sud un posto meraviglioso, in cui inclusione, bellezza e civiltà si sono prese per mano, arricchendosi reciprocamente – ha detto  Francesca Rodolfo presidente del sodalizio benefico -. Perché Divine del Sud è proprio questo, una sinergia che cresce e che fa crescere, con il valore aggiunto e inestimabile del sorriso, verso chi ha perso la speranza e verso chi – anche grazie a noi – l’ha ritrovata. Da questa consapevolezza ripartiamo più forti e più motivate per un altro anno di sorprese e di sogni da realizzare”.

In passerella le tendenze autunno-inverno 2019/2020, dal casual più ricercato alla cerimonia più glamour, sfilati dalle Divine: dalle donne in carrozzina, alle straniere per l’integrazione, dalle donne oncologiche alle persone con sindrome di down,  i ragazzi dell’orfanotrofio di Trani, non udenti,  mamme coraggio, e infine le donne curvy, tema della serata. E poi gli abiti bianchi più ambiti dalle spose, sia romantiche sia fashion. Tessuti pregiati, ricami fatti a mano, pizzi e pietre, valorizzati da acconciature morbide e onde scolpite, trucco dai colori tenui e raffinati. Una serata magica, arricchita da una performance  ideata dall’artista di Ruvo di Puglia Daniela Raffaele, in cui le “Amazzoni della Convivialita’“hanno danzato con arnesi da cucina,  come coperchi per pentole, mestoli e forchettoni, trasformati in vere e proprie opere d’arte, a supporto e a difesa del buon cibo e del piacere di mangiare sano. Importanti le testimonianze di noti nutrizionisti e psicoterapeuti per capire cosa accade a fisico e mente quando ci si vede più in carne, senza riuscirsi ad accettare.

Tanti le istituzioni della Puglia solidale che hanno preso parte all’evento. Ospite d’eccezione l’avvocato penalista e presidente di Gens Nova Onlus Antonio Maria Lascala, con cui sono stati affrontati i temi comuni alle due associazioni, circa la violenza su donne e bambini. Importante il supporto del garante dei disabili per la regione Puglia Pino Tulipani, che ha annunciato nuovi progetti anche in collaborazione con Divine del Sud.