Automedica e postazione India a Trani, Santorsola: «Sollecitiamo l’attivazione della seconda ambulanza»

Automedica e postazione India a Trani, Santorsola: «Sollecitiamo l’attivazione della seconda ambulanza»

Il consigliere regionale siega cosa sta accadendo al PTA ma chiede interventi rapidi all’ASL

«Le informazioni assunte negli Uffici della ASL mi avevano rassicurato: il bando di gara avviato dal Direttore Generale, per quanto contestato dalle associazioni di categoria escluse dalla partecipazione, aveva lo scopo di dotare il territorio di Trani di un’Auto Medica e di una India al servizio del 118 che si aggiungeva alla Ambulanza India derivante dalla trasformazione della Mike già attiva sul nostro territorio. Il servizio aggiuntivo sarebbe durato 75 giorni ma era prevista una proroga aperta a tutte le associazioni e l’implementazione del servizio con un ulteriore mezzo tipo India». Spiega quanto sta accadendo presso il PTA di Trani il consigliere regionale Mimmo Santorsola che dopo un lungo preambolo chiede comunque chiarimenti alla ASL BT.

«La presenza di tre ambulanze, oltre a quella della ASL,nella nostra città, così come previsto negli accordi del 2016, avrebbe assicurato una copertura ed una prontezza assistenziale capace di far fronte a qualsiasi emergenza – spiega Santorsola – Le notizie dell’ultima ora, però, non concordano con leprevisioni, o almeno così pare, vista le difficolta nella acquisizione della terza unità, difficolta conseguenti ad una gara andata desertaInvierò, pertanto, precisa richiesta alla Direzione ASL edai Responsabili del Servizio 118 per sapere quali sono i progetti in merito alla dotazione di uomini e mezzi sul territorio tranese e per sollecitare l’attivazione della seconda Ambulanza India, al solo fine di soddisfare le aspettative della comunità».

Lascia un Commento