Boom di presenze per Calice di San Lorenzo: a Trani tutti pazzi per il vino

Manifestazione enogastronomica all’ombra della Cattedrale. Si pensa già alla prossima edizione

Scommessa vinta per gli organizzatori di Calice di San Lorenzo. Anche quest’anno, per questa quarta edizione, la manifestazione enogastronomica ai piedi della Cattedrale ha fatto incetta di presenze. Tantissimi i visitatori che venerdì e sabato si sono recati in città per partecipare al percorso organizzato dal Comune di Trani in collaborazione con l’associazione tranese Cibus Di Vinum e la Fidas e finanziato dalla Regione Puglia. L’iniziativa, messa su in via sperimentale nel 2015, si perfeziona di anno e anno e anche quest’anno, ancora una volta, ha riscontrato il gradimento della gente. Due le associazioni che hanno proposto ai visitatori una selezione di importanti vini: Sweets and drinks di Bisceglie e Cibus di vinum.

Protagoniste indiscusse le importanti riserve del Chianti toscano e pluripremiati vini pugliesi, con almeno “Tre bicchieri Gambero Rosso” (il prestigioso riconoscimento che viene dato solo ai vini migliori). Ma non solo vino: durante la serata è stato possibile assaggiare le prelibatezze di Tentazioni Pugliesi, Oro di Trani, Peschef e ConfCaseari. Diciotto le aziende con postazione fissa che hanno proposto i loro vini biologici, Igp e Dop di altissima qualità: Cantina Antonio Pisante – San Severo Cantina Diomede – Canosa di Puglia, Cantina Gentile – Cassano Murge, Cantina Sampietrana – San Pietro Vernotico, Cantine Botta – Trani, Cantine della Bardulia – Barletta, Cantine Ferri – Valenzano Cantine Lanzolla – Cassano delle Murge, Cantine Imperatore – Adelfia, Castello Monaci – Salice Salentino, Mehnir Salento – Bagnolo del Salento, Tenuta Viglione – Santeramo in Colle, Tenute Nettis – Gioia del Colle, Terrasolata – Trani, Torre Quarto – Cerignola, Torrevento – Corato, Vini Fieramosca – Barletta, Vinoli – Casarano.

La manifestazione si è arricchita anche del prezioso supporto dell’associazione astrofili Bat: attraverso ben tre postazioni/osservatorio i visitatori hanno potuto osservare più da vicino le stelle. L’evento è stato seguito in diretta da Radio Radiosa Music. A garantire la sicurezza della manifestazione gli operatori dell’Oer e gli agenti della Polizia Locale. Calice di San Lorenzo si conferma appuntamento oramai fisso dell’estate tranese e ha tutte le carte in regola per crescere sempre più nei prossimi anni.