Inchiesta magistrati: ok a domiciliari per Savasta da parte della Procura di Lecce

Inchiesta magistrati: ok a domiciliari per Savasta da parte della Procura di Lecce

Parere favorevole alla richiesta avanzata la scorsa settimana dai difensori dell’ex pm di Trani

La Procura di Lecce ha dato parere favorevole alla richiesta di concessione degli arresti domiciliari avanzata la scorsa settimana dai difensori dell’ex pm di Trani Antonio Savasta. La decisione del gip Giovanni Gallo è attesa per oggi. Savasta è stato arrestato e condotto in carcere lo scorso 14 gennaio insieme al collega tranese Michele Nardi. Al momento dell’arresto i due erano in servizio presso il Tribunale di Roma. Insieme ai due magistrati venne arrestato l’ispettore di polizia Vincenzo Di Chiaro con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari e falso commessi tra il 2014 e il 2018.

Tra le motivazioni della richiesta di attenuazione della misura cautelare, il comportamento collaborativo con i pubblici ministeri avuto da Savasta e le sue dimissioni dalla magistratura. Nessuna richiesta di scarcerazione è stata invece riproposta dai legali di Michele Nardi, il quale di recente è stato trasferito dal carcere di Matera a quello di Taranto.