Il cuore di Michele Mastrapasqua salva la vita di un andriese

Il trapianto è stato eseguito nel Policlinico di Bari

Da un evento tragico come la morte dopo un terribile incidente ad uno straordinariamente emozionante come quello della donazione degli organi.

Michele Mastrapasqua, 42enne tranese, deceduto in seguito ad uno scontro con un auto, in via Andria a Trani, in sella alla sua bici mentre si stava recando a lavoro, ha donato il battito della sua vita ad un andriese di circa 60 anni.

Nella mattinata di martedì infatti, nel Policlinico di Bari, è stato effettuato un lungo e delicato trapianto di cuore dall’equipè medica del dott. Aldo Milano. L’espianto, invece, è stato eseguito dalla dott.ssa Losito di Andria, anche lei nell’equipè del dottor Milano. L’intera “squadra” collabora a stretto contatto, da diverso tempo, con il reparto di cardiologia dell’ospedale “Bonomo” diretto dal dott. Michele Cannone.

Un grande gesto di generosità di Michele e della sua famiglia che hanno dimostrato un amore profondo per la vita, al di là della tragica fatalità.