Savasta e Nardi, oggi il primo interrogatorio davanti al gip di Lecce

A entrambi i magistrati viene contestato di avere ottenuto tangenti da imprenditori

Saranno interrogati oggi a Lecce i due magistrati Antonio Savasta e Michele Nardi, arrestati lunedi’ al termine di un’inchiesta per corruzione in atti giudiziari. L’interrogatorio sara’ effettuato dal gip Giovanni Gallo, che ha delineato in oltre 800 pagine di ordinanza di custodia cautelare lo spaccato del malaffare di cui i due magistrati si sarebbero resi protagonisti all’epoca in cui prestavano servizio a Trani.

A entrambi viene contestato di avere ottenuto tangenti da imprenditori per orientare in maniera a loro favorevole le vicende giudiziarie di cui erano coinvolti. Uno dei due imprenditori, Flavio D’Introno, ha ammesso di avere pagato a Nardi e Savasta oltre due milioni di euro e raccontato ai pm che era loro intenzione offrirgli dei soldi affinche’ scappasse all’estero, pur di non rivelare gli illeciti di cui era a conoscenza. In un incontro con Savasta, in particolare, il costruttore, che non e’ stato raggiunto da alcuna misura cautelare ma risulta tra i 18 indagati di questa inchiesta, ha registrato le dichiarazioni dell’ex pm. Lunedi’, sempre a Lecce, saranno interrogati gli altri tre indagati raggiunti da misure cautelari: gli avvocati Ruggiero Srecola e Simona Cuomo e l’imprenditore Luigi D’Agostino.