Sicurezza nelle province italiane: diminuiscono i reati nella BAT che resta prima per furti di auto

Sicurezza nelle province italiane: diminuiscono i reati nella BAT che resta prima per furti di auto

Provincia agli ultimi posti per violenze sessuali e furti in abitazione. Tra i primi per rapine ed estorsioni

Oltre 6.600 reati vengono commessi e denunciati ogni giorno in Italia, circa 277 ogni ora. Un dato in calo del 2,3% su base annua, in linea con le flessioni degli anni precedenti. A dirlo sono i dati riferiti al 2017 forniti al Sole 24 Ore dal dipartimento di Pubblica Sicurezza del ministero dell’Interno, che fotografano unicamente i delitti ‘emersi’ in seguito alle segnalazioni delle Forze dell’ordine. L’allarme, però, arriva dalla fotografia di alcune tipologie di illeciti che – in controtendenza – segnano un incremento. Innanzitutto nel 2017 sono state denunciate in media 12,7 violenze sessuali al giorno, in crescita del 15% rispetto all’anno prima. La diffusione degli stupefacenti, poi, alimenta i delitti registrati (+10%), prevalentemente lo spaccio. In risalita dell’8% anche i reati a sfondo economico come il riciclaggio e impiego del denaro sporco, così come le truffe e frodi informatiche che cavalcano la progressiva diffusione di internet. Gli incendi, infine, sono tornati a divampare sul territorio, come accadde in anni passati, tanto che se ne contano in media 28,2 al giorno (+29% rispetto al 2016). Milano si conferma in testa, con la maggiore concentrazione di fatti criminosi segnalati all’autorità giudiziaria ogni 100mila abitanti, seguita subito dopo da Rimini e Bologna; Oristano, Pordenone e Belluno invece sono le province più sicure.

Ma veniamo ai dati della Puglia ed in particolare della BAT. La sesta provincia pugliese si posiziona in 54esima posizione in Italia, nel complesso, con un calo del 2,77% di denunce presentate. Nell’anno 2017, infatti, sono state 12675 le denunce. Il triste primato, tuttavia, resiste per i furti di autovetture: il dato è di 587,13 denunce su numero di abitanti con un -4% rispetto allo scorso anno. Segue la Provincia di Bari con 566,43 mentre in quarta piazza si posiziona Foggia con 466,33. Seguono Napoli, Roma e più distante anche Milano. Ma la Puglia ha il triste primato di questa pessima pratica. La BAT si posiziona agli ultimi posti, invece per furti in abitazione guadagnandosi un 95esimo posto oltre che nei furti in esercizi commerciali dove si ferma all’84esimo posto. Nei pressi dell’ultima posizione per truffe e frodi informatiche mentre risale decisamente per estorsioni e rapine rispettivamente all’11esimo ed al 16esimo posto tra le province italiane. Nella BAT si raggiunge il 31esimo posto per spaccio di stupefacenti ed il 28esimo per incendi mentre si posiziona 26esima per omicidi volontari consumati e 23esima per tentati omicidi. Non vi sono state denunce, nel 2017, per associazione di tipo mafioso ed infanticidi mentre in 92esima piazza la BAT si posiziona per le violenze sessuali.

In Puglia sul podio vi è Foggia per gli omicidi volontari e tentati omicidi al terzo posto mentre in seconda piazza la stessa provincia foggiana si posiziona per le estorsioni. Ed è sempre Foggia a primeggiare alle pendici del podio per Riciclaggio ed impiego di denaro seppur in tutti e tre i casi i dati siano in diminuzione rispetto all’anno precedente.