La nuova riforma del diritto fallimentare: convegno il 13 ottobre

La nuova riforma del diritto fallimentare: convegno il 13 ottobre

A partire dalle 9.30 al Museo Diocesano, a cura dell’Unione Giuristi Cattolici Italiani

Il tema del convegno nasce dalle diverse richieste di chiarimenti in merito ai lavori della Commissione/2 Giustizia presieduta dal Presidente Aggiunto della Cassazione Dott. Renato Rordorf, oggi in pensione, illustre relatore della nostra giornata. La Commissione aveva lavorato, con il precedente Governo, nella stesura e preparazione delle norme di attuazione della legge delega per la riforma della legge fallimentare, sulla quale ancora oggi, l’ufficio legislativo del nuovo Governo sta lavorando.
Il testo di legge predisposto dalla Commissione “ Rordorf “ consisteva di 3 decreti legislativi nei quali si evidenziava l’intento di creare una nuova normativa sul tema delle crisi dell’impresa.

Il primo decreto legislativo è dedicato alla riforma della legge fallimentare, il secondo predispone le modifiche delle norme del codice civile relativamente all’amministrazione ed il controllo dell’impresa, mentre il terzo decreto riguardava la ripartizione dei privilegi per i creditori.

Ci si augura che l’evento possa essere di aiuto ad imprenditori, persone e chiunque possa aver bisogno di qualsiasi informazioni sulle possibilità di risoluzione delle crisi di impresa.

Tutto questo verrà affrontato nel convegno di sabato 13 ottobre, alle 9.30, nel Museo Diocesano di Trani.

La novità del testo “ Rordorf “ è dato dal tema dell’ ALLERTA: concetto che vuol indicare una fase di “ allarme “ sulla situazione critica dell’impresa, in difficoltà nella sua attività, finalizzata all’accertamento delle cause del default imprenditoriale. Dei decreti legislativi parleremo proprio con il Presidente della Commissione/2 Giustizia il Dott. Renato Rordorf, che affronterà ed analizzerà tutta la riforma, mentre la Dott.ssa Alida Paluchowski, Presidente della 2° sezione civile del Tribunale di Milano, nella quale è ricompresa la sezione fallimentare, analizzerà il tema del sovraindebitamento, dell’emersione anticipata della crisi, e quindi della c.d. “ ALLERTA “, con il confronto con l’attuale normativa in tema di fallimento.

Con il Dott. Paolo Milone, attualmente Notaio in Canosa di Puglia, verrà affrontato il tema dell’esdebitazione, istituto introdotto con l’art. 142 dalla prima riforma della legge fallimentare del 2006, configurato come una forma “ di “ aiuto “ nei confronti della persona fallita- concetto ancora contrastato considerata la lettura della legge che parla di persona e non di società- con il quale i creditori rimasti insoddisfatti nella procedura fallimentare non hanno più alcuna possibilità di intraprendere nuove azioni su eventuali debiti residui della procedura fallimentare, così facendo il debitore fallito viene liberato da tutti i debiti rimasti insoddisfatti nel fallimento.

I lavori della Commissione/2 Giustizia hanno previsto la modifica dell’esdebitazione estendendola anche ad altri, quindi non solo alla persona fisica fallita. Si ascolterà dalla voce diretta del Pres. Renato Rordorf tutte le novità predisposte dalla sua Commissione.