Consiglio Comunale convocato per lunedì 15 ottobre alle 16

Consiglio Comunale convocato per lunedì 15 ottobre alle 16

15 i punti all’ordine del giorno, seconda convocazione il 17

Il Consiglio comunale di Trani torna a riunirsi lunedì 15 ottobre alle 16 in prima convocazione (seconda convocazione fissata per mercoledì 17 alla stessa ora) per la trattazione del seguente ordine del giorno:

  • Approvazione del bilancio consolidato per l’esercizio 2017;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 794/2018 del tribunale di Trani;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 444/2018 del Consiglio di Stato;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 359/2018 del TAR Puglia;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza 337/2018 del TAR Puglia;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dal verbale di conciliazione n. 11/2018 sottoscritto innanzi al Giudice del Tribunale di Trani inerente il giudizio pendente r.g. 5246/2016.
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante da atto di precetto inerente il decreto n. 295/2016 emesso dal TAR Puglia;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante da decreto ingiuntivo n. 24/2018 – r.g. 186/2018 emesso dal Giudice di Pace di Cerignola;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 794/2018 del Tribunale di Trani;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante da decreto ingiuntivo n. 43/2018 – r.g. 1994/2017 emesso dal Giudice di Pace di Trani;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 531/2018 del Tribunale di Trani;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 2028/2017 del Tribunale di Trani;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 802/2018 del Tribunale di Trani;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dall’atto di transazione sottoscritto inerente la sentenza nr. 1725/2017 emessa dal Tribunale di Trani;
  • Riconoscimento debito fuori bilancio derivante dalla sentenza nr. 42/2018 del Giudice di Pace di Trani.