Anziano disabile aggredito in casa e derubato della sua pensione

L’uomo sarebbe stato pedinato dopo essere uscito dall’ufficio postale

Una volta uscito dall’ufficio postale, sarebbe stato seguito sino a casa. Qui sarebbe stato aggredito da un malitenzionato, entrato con una scusa, e derubato di parte della sua pensione di invalidità.

Decisamente una brutta avvenuta quella vissuta, questa mattina, da un anziano disabile di Trani. Sull’episodio stanno indagando i Carabinieri della Compagnia locale, intervenuti presso l’abitazione della vittima, in via Marsala. Secondo una iniziale ricostruzione fatta dai militari, l’uomo, dopo essersi recato alla Posta, come ogni primo giorno del mese, per riscutere i soldi della pensione, sarebbe stato a lungo pedinato senza che se ne rendesse conto. In base ai primi elementi raccolti, si tratterebbe di una persona in sella ad una bicicletta, che sarebbe poi riuscita ad introdursi in casa del disabile, spacciandosi per un dipendente di Poste Italiane arrivato lì per effettuare un normale controllo di verifica. Senza ben capire quello che stava realmente accadendo, l’anziano sarebbe stato colpito con una gomitata e spinto a terra dallo sconosciuto, nel tentativo di sottragli i soldi appena presi. La vittima si sarebbe però difesa, riuscendo a tenere stretta nelle proprie mani una parte del denaro. La somma portata via dall’aggressore si aggirerebbe intorno agli 800 euro.

Sul posto sono immediatamente arrivati i militari, che hanno raccolto la testimonianza dell’uomo, poi medicato dagli operatori del 118 per le lesioni rimediate ad un braccio e al labbro. Il malvivente potrebbe essere stato ripreso da alcune telecamere di sorveglianza installate nella zona.