Ex vigilanti Amiu, Solo con Trani propone l’istituzione di un fondo di solidarietà

Ex vigilanti Amiu, Solo con Trani propone l’istituzione di un fondo di solidarietà

«Così si potrebbe far fronte anche alle famiglie tranesi bisognose di sostegno»

Sulla vicenda degli ex vigilanti di Amiu la rete civica “Solo con Trani” propone l’istituzione di un fondo di solidarietà costituito con le indennità degli amministratori comunali. In questo modo si potrà far fronte ad una problematica che sta a cuore a tutta la cittadinanza. Di seguito l’intervento a firma di Antonio Loconte e Fabrizio Sotero.

«Di recente sui giornali abbiamo letto della convocazione del consiglio comunale monotematico sulla vicenda degli ex vigilati di Amiu. Noi giudichiamo inutile questa iniziativa – affermano Loconte e Sotero – poiché il consiglio comunale non ha nessuna competenza in materia e risulta essere, quindi, soltanto una perdita di tempo. Infatti, seppur con finalità nobile, un consiglio comunale monotematico su questo argomento non ha alcuna utilità pratica. A nostro avviso, invece, per dare una risposta concreta agli ex lavoratori dell’azienda, si potrebbe istituire un fondo di solidarietà che dovrà essere costituito con le indennità degli amministratori comunali, ovvero dei consiglieri comunali, della giunta e del Sindaco. Noi chiediamo che costoro devolvano tutte le loro indennità per costituire il suddetto fondo. Questo potrebbe essere normalizzato da un apposito regolamento approvato dal consiglio comunale e depositato presso la Presidenza del consiglio comunale. Con questo fondo – conclude la rete civica Solo con Trani – si potrebbe far fronte non solo alle esigenze degli ex vigilanti, ma anche a tutte le famiglie tranesi che hanno bisogno di sostegno economico».