ASP “Vittorio Emanuele II”, Santorsola: «Un bene che potrebbe tornare in possesso della comunità»

ASP “Vittorio Emanuele II”, Santorsola: «Un bene che potrebbe tornare in possesso della comunità»

Il Consigliere Regionale di “Noi a Sinistra” parla della riqualificazione della struttura tranese

«Ho partecipato con piacere all’incontro che si è tenuto ieri a Trani, nel corso del quale si è parlato del progetto di riqualificazione della Asp Vittorio Emanuele II. Dobbiamo ricordare che quella struttura per anni è stata un bene della città a disposizione della nostra comunità, in particolar modo delle classi più indigenti». Inizia così la nota di Domenico Santorsola, consigliere regionale tranese di “Noi a Sinistra” che prova a tracciare un bilancio sulla questione ASP “Vittorio Emanuele II”.

«Negli ultimi anni, invece, la mancanza di fondi, unita all’assenza di volontà politica da parte del Comune, non ha permesso il mantenimento degli standard minimi da offrire agli utenti – ricorda Santorsola – Oggi, finalmente, con questo progetto proposto dal commissario straordinario, la Regione ha fatto un passo avanti per promuovere la “riabilitazione” di questa struttura. Sono convinto della bontà degli obiettivi che il progetto si pone e che con il supporto dell’Amministrazione comunale questi obiettivi possano essere raggiunti».

«È necessario che il Comune dia alla Asp un uso perpetuo e una concessione prolungata dell’immobile. Questo sarebbe l’unico modo per accedere ai fondi regionali e riqualificare quella struttura con la restituzione di un bene alla città».