Meningite, non c’è allarmismo ma quattro casi sono della Bat

Meningite, non c’è allarmismo ma quattro casi sono della Bat

Le autorità sanitarie chiedono di non procurare inutile allarmismo. Ecco i dati

Non è la meningite ad aver compiuto la bimba di 4 anni di Barletta, lo ha affermato ai microfoni dell’Ansa la responsabile dell’Osservatorio epidemiologico regionale, Cinzia Germinario. Un dato comune ai casi pugliesi riguarda la provenienza dei soggetti colpiti dalla infezione, quasi tutti residenti nella provincia di Barletta-Andria-Trani. Il primo caso risale al 5 gennaio scorso quando all’ospedale di Barletta arrivò un cittadino senegalese di 43 anni, residente a Barletta da anni, che manifestava una grave insufficienza respiratoria addebitata ad una infezione virale e non batterica. L’uomo è ricoverato nell’ospedale di San Giovanni Rotondo (Foggia).
Nello stesso giorno all’ospedale ‘Bonomo’ di Andria è stata ricoverata una studentessa 17enne, unico caso conclamato in Puglia di meningite batterica. Le condizioni della ragazza vanno migliorando. L’8 gennaio il terzo caso accertato, questa volta all’ospedale di Bisceglie. La paziente e’ una bimba di otto anni, che era ospitata a Trani con la madre in una comunità religiosa. La bimba è stata poi trasferita nell’ospedale pediatrico ‘Giovanni XXIII’ di Bari.  All’ospedale ‘Miulli’ di Acquaviva delle Fonti è stato ricoverato un uomo di 50 anni affetto da meningite da pneumococco le cui condizioni sono definite “stabili”.