Caso di meningite a Trani: bambina di 8 anni ricoverata

Caso di meningite a Trani: bambina di 8 anni ricoverata

Ottavio Narracci: «Non c’è naturalmente alcun collegamento tra i casi registrati nella provincia Bat»

Nella mattinata di oggi, Domenica 8 Gennaio, una bambina di 8 anni è giunta al pronto soccorso di Bisceglie, trasporta dal 118, con i sintomi della meningite. Dopo accertamenti infettivologici e pediatrici, è stata trasferita all’ospedale pediatrico Giovanni XIII di Bari dove sono state avviate le indagini per accertare la tipologia della meningite. La bambina era ospite con la madre di una comunità religiosa di Trani.

I medici che sono entrati in contatto con la bambina sono stati già sottoposti a profilassi. Sono in corso accertamenti epidemiologici per capire gli spostamenti della bambina e di sua madre.

Visti i recenti casi di meningite nella Bat è necessario prendere atto degli importanti consigli che giungono dalla ASL: la profilassi farmacologica, per esempio, va fatta esclusivamente nei contatti stretti, cioè in quelle persone che hanno avuto un contatto stretto nell’arco dei tre o quattro giorni precedenti la comparsa dei sintomi. Altri contatti occasionali, non sono a rischio e non va fatta nessuna profilassi, nè tantomeno è prevista la disinfezione degli ambienti di vita, in quanto il meningococco resiste molto poco nell’ambiente esterno.

Nella nota ufficiale dell’Asl BT il direttore Ottavio Narracci sostiene: «Non c’è naturalmente alcun collegamento tra i casi registrati nella provincia Bat, ribadisco che un certo numero di casi è comunque atteso, soprattutto nei mesi invernali. La vaccinazione è consigliata ai soggetti fragili, immunodepressi e con patologie croniche. Per tutti gli altri, non c’è alcuna fretta».